80mania.it - Un tuffo nei mitici anni 80

Curiosità

{\rtf1\ansi\ansicpg1252\cocoartf1138 {\fonttbl\f0\fswiss\fcharset0 Helvetica;} {\colortbl;\red255\green255\blue255;} \paperw11900\paperh16840\margl1440\margr1440\vieww10800\viewh8400\viewkind0 \deftab720 \pard\pardeftab720 \f0\fs24 \cf0 Come mai le ostriche si mangiano nei mesi con la "r"?\ \ Perch\'e9 durante i mesi pi\'f9 caldi, quelli senza "r" appunto (da maggio ad agosto), le ostriche sono nel loro periodo riproduttivo: diventano quindi pi\'f9 magre e si riempiono di una sostanza lattiginosa che le rende meno gustose. Gennaio \'e8 l'unico mese senza "r" in cui le ostriche sono ottime. Bisogna aggiungere infatti che questo detto deriva dal francese, e non si adatta perfettamente alla lingua italiana: in francese infatti anche il mese di gennaio ha un nome contenente la "r", ossia janvier. L'antica abitudine di pescare le ostriche dal' autunno alla primavera aveva anche un fondamento igienico: prima dell'avvento dei sistemi di refrigerazione, era infatti difficile conservarle durante i mesi estivi. Oggi la tradizione \'e8 mantenuta anche per questioni ecologiche: sospendere la pesca durante la stagione dell' amore significa non interferire con il ciclo riproduttivo. Da qualche anno, sono entrate in commercio ostriche d'allevamento che possono essere consumate tutto l'anno: sono sterili e, quindi, non vanno incontro ai cambiamenti del periodo riproduttivo. Sono dette "triploidi", perch\'e9 il loro corredo genetico non \'e8 costituito da coppie di cromosomi identici, come nei normali organismi diploidi, ma da triplette di cromosomi. Vengono ottenute dall'incrocio fra individui diploidi e individui tetraploidi (con quattro cromosomi identici): questi ultimi sono presenti in natura, anche se sono molto rari.\ }

Condividi su Facebook

 

Guardane ancora